Celia: "Consiglio comunale non discute dei problemi della gente, ma approva pratiche urgenti"

Catanzaro, Venerdì 14 Settembre 2018 - 16:43 di Redazione

“Mi  sarei aspettato  che dopo questa lunga pausa dei lavori del consiglio comunale che non trova confronto con nessuna altra assise istituzionale, la ripresa sarebbe stata dedicata ad una riflessione sulle tante problematiche che hanno caratterizzato, sotto l’aspetto organizzativo e gestionale, questa estate 2018”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale Fabio Celia, del gruppo FareperCatanzaro. “Un periodo di vacation amministrativo abusato,  da chi tiene le fila del governo locale,  per  procedere con qualche nomina  o qualche affidamento e, per trovare, tra un tuffo in acqua e qualche gustosa cena, la quadra per le prossime elezioni provinciali. Appuntamenti –prosegue Celia - che si son guardati bene di consumare nella zona di Lido, meglio stare lontani dalla nostra marina buona da  “mungere” nelle elezioni  ma da disconoscere o non all’altezza del loro rango dove mangiare o bere in tutta tranquillità  o  rigenerarsi  di fronte agli splendidi tramonti. Per i nostri amministratori Lido rappresenta la passerella durante il Magna Graecia Film Festival, e alla festa della Madonna di Porto Salvo, per il resto dell’anno non se ne incrocia uno. Pensavo proprio che bisognava che  il consiglio comunale partisse proprio da questa deludente stagione estiva, dai problemi che vivono i nostri commercianti e imprenditori, dalla crisi oramai cronica del centro storico, dall’abbandono delle periferie, dal mancato avvio del piano dei trasporti. Dalla chiusura della Funicolare, dalla mancanza di infopoint per le informazioni turistiche. Dalla mancata programmazioni di iniziative ludiche e ricreative durante l’estate, dalle mancate risposte in tema di politiche sociali. Ed ancora di viabilità, di manutenzione del verde, del servizio di raccolta dei rifiuti e della pulizia delle aree a verde. Della cronica mancanza di acqua nei rubinetti, ecc..ecc.. Ci sarebbe stato tanto da discutere, eppure si convoca d’urgenza entro le 24 ore, il consiglio per discutere  di interessi privati di soggetti che gravitano nel centrodestra. C’è la necessità di accontentare, di non rompere equilibri alla vigilia delle provinciali  con una proiezione sulle regionali. Quindi, chi se ne importa se la gente ha i suoi problemi quotidiani. Le velleità politiche personali e di schieramento sono più importanti e prioritarie rispetto alla qualità di vita che questa amministrazione sta garantendo ai catanzaresi. C’era da approvare subito questa pratica tanto da non farla passare nemmeno dalla commissione urbanistica dove poteva essere discussa e valutata in tutti  gli aspetti che va a intaccare. Non voglio con questo screditare le finalità del progetto certamente di valenza sociale che va a incastonarsi in un contesto di degrado sociale e di emarginazione figlia proprio di questa politica incarnata dal centrodestra a guida Abramo. Voglio solo evidenziare come la maggioranza si compatta quando c’è da difendere interessi privati e si sfalda  difronte alle questioni che interessano la collettività. Del resto proprio  di recente si sono elevate voci critiche  da parte di due esponenti della stessa maggioranza che hanno lamentato l’assenza di dibattito e confronto nella sede deputata del  consiglio comunale. Lo abbiamo detto noi da diverso tempo e siamo stati tacciati di essere “destabilizzatori”, gente in cerca di visibilità, persone che distorcono  fatti e realtà. Apprendiamo ora – conclude Celia - che qualcuno dalla stessa maggioranza ha ora il coraggio di alzare la voce, di non essere solo un numero, ma di avere occhi e coscienza della realtà. Mi auguro che questa presa di coscienza prevalga al più presto tra la maggioranza  e metta da parte  gli incastri politici e pensi seriamente alle sorti della città che le ha dato un’ampia e solida fiducia. Altrimenti sarebbe  giusto che  la parola passasse nuovamente al corpo elettorale, visto che la nostra  rimane inascoltata”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code